News

Viaggio de El Tamiso in Bosnia: il resoconto

Interessante e ricco di stimoli si è dimostrato il viaggio che ha visto coinvolto alcuni soci della cooperativa e simpatizzanti in Bosnia-Erzegovina e svolto dal 28 aprile al 1 maggio.

Abbiamo visitato le zone coinvolte nella guerra che ha sconvolto, quasi vent’anni fa, una regione geografica molto vicina a noi, anche se sembra siano trascorsi più anni visto che poco se ne parla.

Nel nostro viaggio siamo riusciti a visitare alcuni luoghi simbolo del massacro causato dalla guerra, per poter sostare a riflettere sulle terribili conseguenze del conflitto. La nostra visita, però, ha anche voluto significare la voglia di ripartire senza dimenticare il passato, attraverso un aiuto che non si sostanzia in risorse esclusivamente economiche ma che è costituito soprattutto dallo scambio di conoscenze e competenze agronomiche.

È stata l’occasione anche per vedere un risultato del nostro sostegno inviato in quei territori in occasione dei vent’anni della Cooperativa; abbiamo infatti incontrato le persone della cooperativa insieme che si occupa della prima trasformazione di piccoli frutti ottenuti da piccole coltivazioni oramai diffuse nel territorio circostante il piccolo centro di Bratunac.

Siamo poi stati ospitati nella piccola comunità di Osmacè, a 1000 m di altitudine vicino al confine con la repubblica di Serbia. A parte alcune difficoltà legate alle abitudini alimentari e domestiche, l’ospitalità è stata ottima ed ha confermato la volontà delle famiglie coinvolte nel progetto di partecipare attivamente.

Il viaggio ci ha poi portati a visitare Sarajevo e Mostar, profondamente cambiate dopo il conflitto bellico, che mantengono una bellezza particolare e capace di stimolare riflessioni in merito alla convivenza tra persone che, pur provenendo da territori e culture distanti, possono vivere in pace quando gli interessi di pochi non sono messi davanti al benessere di tutta la società.

È stato anche un modo per potersi confrontare tra partecipanti al viaggio stesso, e la grande disponibilità al dialogo delle persone presenti, oltre all’ampiezza delle competenze presenti ha regalato ad ognuno dei partecipanti un’interessante esperienza.

Invia