News

Referendum trivelle 17 Aprile: diamo un segnale!

logo trivSi avvicina la data del referendum del 17 Aprile con cui si chiede agli elettori di fermare definitivamente le trivellazioni in mare. In questo modo si riusciranno a tutelare definitivamente le acque territoriali italiane. Nello specifico si chiede di cancellare la norma che consente alle società petrolifere di cercare ed estrarre gas e petrolio entro le 12 miglia marine dalle coste italiane senza limiti di tempo. Nonostante, infatti, le società petrolifere non possano più richiedere per il futuro nuove concessioni per estrarre in mare entro le 12 miglia, le ricerche e le attività petrolifere già in corso non avrebbero più scadenza certa. Se si vuole mettere definitivamente al riparo i nostri mari dalle attività petrolifere, occorre votare “Sì” al referendum. In questo modo, le attività petrolifere andranno progressivamente a cessare, secondo la scadenza “naturale” fissata al momento del rilascio delle concessioni.

Come cooperativa abbiamo deciso di appoggiare il referendum e di invitare i nostri clienti a riflettere sul tema con questa comunicazione:

Gentili clienti, grandi e piccini, in occasione dell’ormai prossimo Referendum sullo stop alle trivellazioni nei nostri mari, per quanto limitato negli effetti, ma molto importante nella sostanza, crediamo che chi ha fatto la scelta del “biologico” come stile di vita e di lavoro debba sostenere le ragioni del “SI” all’abrogazione della norma proposta, ed in ogni caso le ragioni del VOTO.

E’ davvero curioso in questi giorni vedere come le ragioni del “NO” siano sostenute dal “Comitato del non voto”; significa invitare i Cittadini a non andare a votare, ed impedire così le ragioni degli altri, non con altre ragioni, ma semplicemente non facendo raggiungere il “quorum”…

Vogliamo credere che le centinaia di migliaia di consumatori che ogni giorno si avvicinano al biologico siano potenziali elettori interessati ad un modello di sviluppo sostenibile, per la salute dell’uomo e dell’ambiente, oltre che per il futuro della nostra Società.

Un modello che certo non è compatibile con questa insostenibile scelta delle trivellazioni petrolifere nei nostri mari.

Le persone però vanno interessate e sostenute nella partecipazione al referendum del 17 aprile prossimo.

VOGLIAMO DARE UN SEGNALE INSIEME?

Invia