← Torna indietro

Lenticchie

Tutte le ricette di questa sezione sono frutto di esperienza, creatività e…. passaparola di Eleonora Berto, presenza quotidiana al negozio “El Tamiso” Sotto il Salone a Padova. Gli ingredienti sono tutti da agricoltura biologica e le dosi sono indicativamente per quattro persone.

Lenticchie a Capodanno, ricchi tutto l’anno…..ma…lenticchie tutto l’anno ricchissimi fino a Capodanno!!!

In queste ricette sono state usate le “nostre” lenticchie piccole che non necessitano di ammollo; volendo renderle più morbide, si possono lasciare in acqua per 2-3 ore….sciacquarle ed utilizzarle come descritto nelle ricette.

 INSALATA DI RADICCHI E LENTICCHIE

INGREDIENTI: radicchi di varie specie (variegato/rosso/cicoria), gr. 70 lenticchie, una cipollina piccola, sale, (pepe), succo di 1 limone, olio extra v. oliva.

PROCEDIMENTO: 1) In una ciotolina preparare il condimento per l’insalata: mettere un po’ di olio, il succo del limone, il sale, la cipolla sminuzzata sottilissima (il pepe) e con una forchetta emulsionare tutti gli ingredienti.

2) In un colino lavare le lenticchie sotto l’acqua corrente, metterle in pentola a lessare a fiamma bassa, con 200 ml di acqua fredda. Dopo 20 minuti mettere in po’ di sale. Ci vorranno altri 10 minuti circa di cottura, fino ad assorbimento completo dell’acqua. Assaggiarle e, se piacciono più morbide, aggiungere ancora poca acqua bollente e cuocerle altri 5 minuti.

3) Lavare ed asciugare i radicchi, tagliarli e sistemarli in una insalatiera, aggiungere le lenticchie (fredde) e condire con l’emulsione.

ALBERELLO DI NATALE

INGREDIENTI: gr.100 lenticchie, n. 1 patata media lessata, un mazzetto di aromi (salvia/rosmarino/alloro), n. 1 spicchio aglio, sale, poco olio extra v. oliva.

PROCEDIMENTO: Lavare le lenticchie e metterle in pentola con 300 ml di acqua fredda, le erbe aromatiche (legate con il filo così non si disperdono gli aghi del rosmarino), lo spicchio d’aglio e un po’ di sale. Lessare a fiamma bassa per circa 25/30 minuti a pentola coperta. Eliminare gli aromi e l’aglio, aggiungere la patata schiacciata con lo schiacciapatate. Condire con un po’ di olio. Lavorare, impastando con le mani formando delle piccole palline della dimensione di noccioline, che andranno arrotolate con pazienza sugli ingredienti che formano i diversi colori:

ROSSO: mettere nel mixer 10 mandorle spellate ed una fettina di rapa rossa, sale

MATTONE: mettere nel mixer 10 mandorle spellate e 4/5 filetti di pomodori secchi

VERDE: mettere nel mixer una manciata di pistacchi ed un po’ di sale

VARIEGATO: mettere nel mixer misto olive nere e verdi con capperi e prezzemolo

ARANCIO: mettere nel mixer 6/7 mandorle, una carota, succo di limone e sale

GIALLO: mettere nel mixer 10 mandorle, una fetta zucca, poca cipolla, succo di limone e sale

BIANCO: mettere nel mixer 15 mandorle e sale.

Si possono formare piccoli alberelli monoporzione oppure una grande albero da mettere al centro della tavola. Decorare con melagrana.

ZUPPA DI LENTICCHIE 

INGREDIENTI: gr.150 lenticchie, 2 carote, 1 cipolla grossa, 3 coste sedano, 5/6 pomodori (o pelati), salvia, rosmarino, 1 spicchio aglio, olio extra v. oliva ( peperoncino), parmigiano grattuggiato, fette di pane abbrustolito.

PROCEDIMENTO: Lavare le verdure e tagliarle a tocchetti, lavare le lenticchie e metterle in pentola con le verdure, l’aglio, la salvia ed il rosmarino (legati col filo), il peperoncino ed il sale. Versare un litro e mezzo di acqua fredda e cuocere 30/40 minuti a fiamma bassa. Prima di servire, togliere l’aglio ed il mazzetto di aromi. Disporre nei piatti il pane tostato, un giro di olio, il parmigiano ed infine la zuppa.

 

 

RAVIOLONI E CAPPELLACCI AL SUGO

 

INGREDIENTI:

-PER LA PASTA: gr. 300 farina grano tenero, 3 uova intere, 1 cucchiaio da minestra di olio e.v. oliva, un pizzico di sale.

-PER IL RIPIENO: gr. 100 lenticchie, 1 carota, 1 gambino di sedano, 1 cipolla, un bicchiere di salsa di pomodoro, sale.

-PER IL CONDIMENTO: 10 foglie di salvia, 1 spicchio aglio, 4 cucchiai di olio e.v. oliva (o burro), 4/5 cucchiai di passata di pomodoro.

PROCEDIMENTO: Disporre la farina a fontana, unire al centro le uova intere, l’olio ed il sale. Impastare bene fino ad ottenere un composto sodo, formare una palla e lasciarla riposare 30 min. in una ciotola coperta con un piatto (non in frigorifero). Lavare le lenticchie e metterle in tegame con le verdure tritate e 500 ml di acqua. Dopo 20 minuti aggiungere la passata ed il sale. Terminare la cottura fino a che il sugo sarà asciutto. Infarinare il piano e tirare la pasta sottilissima col mattarello (o con la macchinetta). Ricavare dei quadrati di 12 cm di lato, mettere un cucchiaino di ripieno e chiudere formando dei triangoli. Sigillare la pasta premendo con i rebbi della forchetta. I cappellaci si ottengono chiudendo il triangolo. Preparare il condimento facendo appassire la salvia e l’aglio nell’olio, dopo 2 minuti togliere l’aglio ed aggiungere la passata di pomodoro, cuocere pochi minuti. Lessare i ravioli in acqua bollente per 10 minuti,  scolarli con delicatezza, per non romperli, adagiarli man mano in una pirofila, condirli e servire caldi.

POLPETTINE DI LENTICCHIE CON SALSA BIANCA

INGREDIENTI: gr. 150 lenticchie, una manciata di prezzemolo, ½ spicchio aglio, 1 o due uova intere, pane grattato, sale, olio e.v. oliva,

1 bicchiere yogurt bianco.

PROCEDIMENTO: Lavare le lenticchie e mettere in pentola con 500 ml di acqua fredda a lessare. Dopo circa 25/30 minuti saranno cotte, farle raffreddare. Sbattere le uova con una forchetta e condirle con un po’ di olio, sale ed un trito di aglio e prezzemolo. Aggiungere le lenticchie ed amalgamare bene gli ingredienti. Per formare le polpettine, aggiungere il pane grattato poco alla volta ed impastare con le mani per sentire la consistenza. Farle dorare in una padella leggermente oliata, girandole un paio di volte.

PER LA SALSA BIANCA: un cucchiaino di trito di aglio e prezzemolo, due cucchiai di olio e.v. oliva, sale e lo yogurt. Mescolare bene e far riposare in frigo per 30 minuti. Servire la salsa bianca sopra le polpettine calde

LENTICCHIE CON LA POLENTA

INGREDIENTI: gr. 250 lenticchie, 2 carote, 2 coste di sedano, 1 cipolla media, 1 spicchio aglio, 4/5 pomodori pelati, 3 cucchiai olio e.v. oliva, 1 mazzetto aromi (salvia,rosmarino,alloro) legati col filo, sale, peperoncino.

Per la polenta:  gr. 300 farina mais macinata a pietra, 1 lt. acqua, sale.

PROCEDIMENTO: Tritare carote, sedano e cipolla e metterle in tegame con l’olio a fuoco medio. Dopo 5 minuti aggiungere le lenticchie (lavate), i pelati sminuzzati, l’aglio ed il mazzetto aromatico, il peperoncino ed il sale. Coprire d’acqua appena sopra il contenuto degli ingredienti e cuocere, a fuoco lento ed a pentola coperta, per 30/35 minuti….Se dovessero asciugarsi troppo (rischiando di bruciare) aggiungere ½ bicchiere di acqua calda e terminare la cottura. Preparare la polenta…..vedi ricette precedenti (con cotture di base)…e servire il tutto caldo direttamente sui piatti per essere degustato!

….. ed infine ……non c’è festa senza il dolce …….

BISCOTTINI DI NOCCIOLE E LENTICCHIE

INGREDIENTI: gr. 250 farina grano tenero macinata a pietra, gr.250 zucchero di canna, gr.120 burro, gr. 120 nocciole (già sgusciate e, se volete, tostate), un pizzico di sale, gr. 80 lenticchie già cotte (lessate con poco sale), 1 uovo intero, mezza bustina lievito vanigliato per dolci (naturale).

PROCEDIMENTO: Lavorare il burro con lo zucchero fino ad ottenere una crema morbida e spumosa. Unire l’uovo e lavorare ancora l’impasto per 1 minuto con un pizzico di sale. Aggiungere la farina (setacciata, per non formare grumi) ed il lievito vanigliato. Tritare grossolanamente le nocciole e le lenticchie. Lavorare l’impasto per 1-2 minuti e far riposare 30 minuti. Se non avete gli stampini potete ricavare delle palline grandi come una noce ed appiattirli leggermente…..con questa dose si otterranno circa 70 biscotti. Predisporre il forno a 180° e collocare i biscotti da cuocere sulla placca, distanziati leggermente l’uno dall’altro.

Attenzione…..cuocere i biscottini 10 minuti….non di più !!!!!!!!

Lasciarli raffreddare prima di staccarli dalla placca e….buon appetito!.

 

 

Commenta l’articolo

*